Blog: http://baiadeiturchi.ilcannocchiale.it

Un amico ci scrive

Riporto la bella lettera che ci ha scritto un amico lontano. Non aggiungo commenti, ma vi invito a leggerla con intenzione.

***

Ciao, ho appena letto la bella notizia che finalmente la spiaggia dei nostri cuori è LIBERA! dallo schifo che l'ha deturpata per troppo, troppo tempo: io e mia moglie ne siamo veramente felici, anche dall'Umbria da dove vi scrivo avevamo partecipato per quello che si poteva alla mobilitazione in difesa della Baia dei Turchi, e ora ci sentiamo di inviare un fraterno abbraccio a tutti voi che in loco vi siete spesi in questa sacrosanta battaglia.

Quest'estate si torna in Salento! Dopo 7 anni consecutivi di Salento, avevamo deciso di cambiare, ogni anno abbiamo visto il degrado avanzare (specie in costa ionica, e comunque quello che l'autore del blog scrive sulla spiaggia degli Alimini lo condividiamo in pieno...), pensate che a Pescoluse o a Torre Vado l'unica insalata che si trova a comprare è l'iceberg proveniente dal Nord Europa! Ogni estate vediamo tanto cemento in più, il bianco delle case prendere sempre di più il sopravvento sul verde.....si era deciso di cambiare per sfiducia e sfinimento.

Ora non è che sia cambiato chissà cosa, eppure la liberazione della Spiaggia che più abbiamo nel cuore è un segnale, un segnale grande.

Prometto che quest'anno non mi limiterò a raccogliere gli eventuali "doni" del mio cane, come faccio sempre e dovunque, e a raccogliere con mia figlia i rifiuti lasciati dai tanti idioti che comunque ci sono: voglio fare amicizia con le persone che troverò in spiaggia, vorrei condividere con loro la mia gioia e l'amore per quel pezzetto di costa SPECIALE, testimoniare il sentirsi parte di una comunità informale, "quelli che hanno La Baia dei Turchi nel cuore" .

Ancora grazie per l'impegno che ci avete messo, stasera a casa mia faremo un brindisi, alla vostra salute!
                                Un abbraccio ancora Pier Luigi

Pubblicato il 2/6/2009 alle 16.8 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web